porta del morto san quirico d'orcia
Hai mai visto una Porta del Morto?
Molto probabilmente si, solo che non lo sapevi!

Dove la trovi…

L’ avrai vista passeggiando tra le viuzze dei borghi medievali.
So che qualcuna è ancora visibile, soprattutto nel Centro Italia.
Qui in Toscana ce ne sono diverse.
Precisamente, hai mai fatto caso a delle piccole e strette porte?
Sono quelle che hanno la soglia piuttosto alta, 40 – 45 centimetri da terra.
Ma tranquillo, non è semplice individuarle, perché spesso sono murate e poco visibili!
Devi avere un occhio allenato 😉
Infatti molte sono scomparse e quelle rimaste non sempre sono ben visibili.
Tante sono state murate e difficilmente si legge la loro struttura.
Queste porticine le trovi accanto a portoni più grandi che si aprono regolarmente sul piano stradale.
Alcune, come questa di San Quirico d’Orcia, presenta ancora la stessa decorazione architettonica dei portali più grandi, lo stesso arco per capirsi!
I disegni di Lando Marzialetti nel suo libro “Il centro storico di Sarnano” (Edizioni Simple: 2014)
I disegni di Lando Marzialetti nel suo libro “Il centro storico di Sarnano” (Edizioni Simple: 2014)

A cosa servivano…

Ora che sai individuarle andiamo al nocciolo della questione: a cosa servivano?
Tante sono le ipotesi ma le più comuni sono due:
  1. quella più logica/scientifica è che queste porte fossero state concepite per la difesa. Infatti queste non erano altro che l’accesso diretto alla casa, mentre il portone più grande era l’entrata della bottega. La porticina disponeva di una scala retrattile che in caso di assedio veniva rimossa. L’ingresso molto stretto permetteva di entrare solo una alla volta e quindi i nemici che volevano entrare potevano essere abbattuti più facilmente.
  2. quella più suggestiva invece, racconta che queste porte erano l’ingresso della Morte. Leggenda vuole che quando qualcuno moriva la Morte veniva e se lo portava via. Ma se la porta era sempre aperta allora questa poteva tornare subito e prendere altri componenti della famiglia. Allora si decise di creare una porta dedicata a lei che una volta portato via il morto veniva murata di modo tale che non potesse più tornare a portarsi via altri cari.

E’ molto probabile che in un certo periodo nel Medioevo, finite le ostilità interne, tra famiglie,  queste porte abbiano perso il loro scopo e le generazioni successive, non capendone l’antica funzionalità abbiano creato questa leggenda o addirittura le abbiano realmente riciclate per far uscire la salma dalla propria casa.

Se vuoi vederne qualche esempio, ce ne sono alcune e ben conservate anche a Volterra. Clicca qui per vedere dove sono.
 
Tu invece, dove le hai viste?