San Gimignano

San Gimignano

San Gimignano dalle belle torri e dalle belle campane…
(Proverbio fiorentino)

La “Città delle Belle Torri” è stata dichiarata patrimonio dell’umanità poiché il suo aspetto rimanda ancora a quello due-trecentesco, un raro esempio in Europa di organizzazione urbana d’età comunale: praticamente un sogno medievale. Qui puoi immedesimarti nella vita di un ricco mercante con la sua inespugnabile casa-torre che dominava sul tratto cittadino della via Francigena. Puoi immaginarti un pellegrino che entrando nel borgo avrebbe raggiunto la collegiata per “leggerne” gli affreschi…all’epoca, a San Gimignano, avresti visto ben 72 torri (oggi circa 15). Molte delle testimonianze di questo periodo sono custodite, oltre che nella Collegiata, anche in alcuni musei tra cui quello Civico. Da qui, salendo in cima alla Torre Grossa, si può ammirare un panorama unico.

Nell’itinerario puoi inserire:

  • Collegiata: ovvero il Duomo, ospita due grandi cicli di affreschi che raccontano il Vecchio e il Nuovo testamento; il giudizio Universale di Taddeo di Bartolo e altri affreschi tra cui quelli di Benozzo Gozzoli e il Ghirlandaio. In più qui vi è seppellita Santa Fina protettrice di San Gimignano.
    Biglietto: clicca qui

 

  • Museo civico + Torre Grossa: vi sono custodite opere di artisti come Coppo di Marcovaldo, Benozzo Gozzoli, Filippino Lippi e Pinturicchio. Ma anche il palazzo in sé, essendo stato da sempre del Comune, vale la pena essere visitato in quanto conserva ancora alcune stanze private e di rappresentanza del governo due-trecentesco.
    Biglietto: clicca qui